e.mail | link
 

 

IMPIANTO
PER LA PRODUZIONE DI CONGLOMERATI BITUMINOSI

 
sei in: Impianti > impianto conglomerati > impianto discontinuo


IMPIANTO DI PRODUZIONE DISCONTINUO

Nell’impianto di produzione, del tipo discontinuo, il processo produttivo è completamente automatico.
Cuore dell’impianto discontinuo è la torre di mescolazione: gli aggregati caldi ed essiccati raggiungono la sommità della torre per mezzo di un elevatore a tazze posto all'uscita dell'essiccatore.
In questa parte dell'impianto di produzione la movimentazione degli aggregati avviene per gravità e si possono individuare tre zone differenziabili sia per funzione che per caratteristiche di funzionamento. Il ciclo, che ha carattere continuo per le operazioni di vagliatura e riempimento delle tramogge sottostanti, diventa discontinuo nelle fasi successive.

Le fasi del processo partono con la selezione degli aggregati caldi per mezzo del vaglio vibrante.
Ogni tramoggia ha nella parte inferiore un'apertura per il prelievo delle campionature.
Passando alla fase successiva del ciclo produttivo la macchina provvede alla pesatura dei tre elementi primari: aggregati, filler, bitume; essa avviene in tre diverse pese attrezzate ciascuna con celle elettroniche.
Il ciclo di produzione prevede che gli aggregati entrino per primi nel mescolatore. In seguito ed in sequenza con calcolati ritardi, entrano il bitume, eventuali additivi ed il filler.
La relazione tra i tempi del ciclo di mescolazione e le quantità d'elementi immessi determinano la produttività dell'impianto.
Il conglomerato scaricato dal mescolatore è poi avviato al silo di deposito.

Tutte le fasi sopraelencate avvengono con materiali secchi, i quali nel movimento possono dare luogo a formazione di polveri. Allo scopo d'evitare inquinamento, tutte le parti d'impianto che contengono aggregati sono ermeticamente chiuse verso l'esterno e poste in depressione da un apposito aspiratore.

La macchina è dotata di silo per lo stoccaggio del prodotto finito: esso è una tramoggia di forma tronco conica, a piramide rovesciata, totalmente coibentata; nel lato superiore, ha un'apertura adatta al carico del prodotto mentre, nella parte inferiore è posizionata una portina che, riscaldata elettricamente e comandata da un cilindro pneumatico, permette lo scarico.
L'alimentazione avviene per gravità e quindi senza alcuna necessità di trasferimento con mezzi meccanici. Il trasporto del prodotto finito avviene per mezzo di una navetta automatica motorizzata che scorre su rotaie orizzontali.

La macchina è in grado di lavorare e produrre con la presenza di un solo addetto, oltre al manovratore della pala meccanica che carica i predosatori.
La cabina è il luogo di lavoro dell'operatore e si trova in posizione strategica rispetto all'impianto. In questa unità ci sono tutte le apparecchiature di comando e controllo che concorrono al funzionamento dell'impianto.
Dalla sua postazione l'operatore può, per mezzo delle strumentazioni in suo possesso, impostare tutte le grandezze fisiche necessarie al processo produttivo e determinare: ritmo di produzione, quantità e qualità di prodotto, temperatura finale degli aggregati, ecc. Definiti ed impostati i parametri di produzione, l'operatore assume solo una funzione di controllo.
L’impianto ha una produzione media annua di circa 100.000 t.

Tale impianto, costruito nel rispetto di tutte le normative vigenti in materia è localizzato nel Comune di Città di Castello in loc. Lerchi all’interno di un’area di proprietà della ditta Saica s.r.l.
Esso è dotato di una barriera naturale (costituita da un argine in terra) per l’abbattimento degli impatti che potrebbero derivare dall’esercizio di tale impianto; In prossimità dell’impianto, è presente un piazzale di stoccaggio materiali (sia di lavorazione che da recuperare); tale piazzale è in conglomerato bituminoso in modo da ottenere una superficie impermeabile, nel rispetto della normativa vigente in materia.

Per quanto concerne i dispositivi di sicurezza tale impianto è stato progettato e costruito con criteri di ultima generazione, è completamente realizzato secondo la normativa vigente e dotato di tutti i dispositivi di sicurezza necessari ad evitare i pericoli che potessero insorgere nell’esercizio dell’attività.
È previsto inoltre, nell’area oggetto d’intervento, la presenza continua di un idoneo mezzo adibito, mediante autocisterna, all’irrorazione, ove si rendesse necessario, di acqua nebulizzata o spruzzata in modo da contenere le eventuali emissioni di polveri dovute alla presenza di cumuli nell’area di stoccaggio dei materiali.

 

torna a inizio pagina
Home | impianti | produzione | servizi | contatti
 
   
Copyright © 2006 Saica s.r.l. Developed by Massimo Marconi